venerdì 1 marzo 2013

Asos be more creative, please

(Scroll down for the english version)

Capita, un po' troppo spesso, che la creatività dei più piccoli non sempre venga salvaguardata e, purtroppo, è proprio quello che è successo anche a me.
Grazie ad una segnalazione (grazie ancora C., senza di te non me ne sarei mai accorta) ho scoperto che il grosso sito di shop online Asos ha utilizzato una foto di una mia pillow face per la produzione in serie di spille ricamate, senza ovviamente chiedermi il "permesso" o avvisarmi in alcun modo.


spilla in vendita su asos.com 

Per carità, nessuno inventa niente, e non me la sento di criticare chi si guarda attorno e coglie gli stimoli esterni per prendere spunto per le proprie creazioni.
Prendere spunto, non copiare pari pari.
Ancora peggio se a copiare pari pari è una multinazionale (Asos) che vende quasi 500 milioni di sterline all'anno e che dovrebbe pagare fior fior di creativi per sviluppare design originali.
Scoprire che non è la prima volta dopo tutto non stupisce: leggete QUIQUI e QUI ad esempio.



Proprio e anche per questo non voglio far cadere nel dimenticatoio la cosa e mi sto muovendo per cercare di contattare Asos.

Se vi va, per spargere la voce e supportare questa "causa" ho creato, con l'aiuto di alcune amiche, l'hashtag #AsosBeMoreCreative 


UPDATE (2/3/2013)
Prima cosa: vi ringrazio immensamente per il vostro supporto e affetto!
Vi aggiorno velocemente su quello che è successo nelle ultime ore: Asos mi ha contattata riferendomi che stanno indagando sull'accaduto e che, nel mentre, hanno provveduto a rimuovere la spilla dal loro sito.
Ora non mi resta che aspettare che si rifacciano vivi.

Vi tengo aggiornati (e grazie ancora )


----------------------------------------ENGLISH----------------------------------------


Hope my english is good enough to let people know about this.

It happens, a little too often, that independent designer's creativity isn't safe and, unfortunately, that's what happened to me.
A couple of days ago C. (thanks again!) sent me a message pointing out that one of the biggest online fashion shops, Asos.com, is using the exact same design of one of my pillow faces for the production of a brooch. That is happening without ever asking for my permission or even letting me know it.






that's the brooch for sale on asos.com

II kinda think that it's absolutely normal to take a look around to be inspired by creative people and their works.
Be inspired, yes.
Steal other's ideas, no.
Absolutely not.
Even worse if who is stealing, like in my case, is a multinational company with £495 million a year sales. A company that is supposed to pay (a lot of) people to develop original creative ideas.
I took a look around the web and i discovered that this is not the first time it is happening. Not a great surprise, i guess. Check here, here and here.






I strongly think that this is just not fair so i'm trying to get in contact with Asos to have an explanation.

If you want to help and spread the word i'm creating, with the help of some friends, the hashtag #AsosBeMoreCreative

UPDATE (2/3/2013)
First of all: thanks really a lot for your support and love!
I give you a quick update on what happened after my post:
Asos contacted me and told me that they are investigating on my design infringement claim and, while they're doing it, they removed the brooch for sale on their websites.
Now i'll wait for more news from them.


I'll keep you posted (and thanks again )


27 commenti:

  1. Io partirei dritta con una denuncia.

    RispondiElimina
  2. Ullallà, pesante! Spreaddo la parola :D

    RispondiElimina
  3. condivido anche su twitter.
    vergogna vergogna vergogna

    RispondiElimina
  4. Madò, è uguale!
    E anche i casi che hai linkato!

    RispondiElimina
  5. Vai avanti Paola! C.

    RispondiElimina
  6. ciao Paola,
    io mi muoverei velocemente con il consiglio di un avvocato, va bene che le idee sono nell'aria ma il disegno è uguale!
    camilla

    RispondiElimina
  7. Senza parole. Paola io cercherei di fare chiarezza e farmi valere

    RispondiElimina
  8. Sorry you have to go through this. Tweeted!

    RispondiElimina
  9. Sono sconvolta!!!!! Allucinante! Che rabbia! Mi son arrabiata io, non oso immaginare come ti senti tu!! Hai tutto il mio supporto! ho un negozio di handmade su etsy e non posso nemmeno immaginare come reagirei se qualquno rubasse la mia creazione, anche se già alcune persone hanno rubato le mie idee fotografiche!
    Dobbiamo farci forza! La differenza tra i VERI creativi e le persone che plagiano, è che i primi hanno le idee in tasca. idee inesauribili! Avanti così con le tue bellissime creazioni e sarai ripagata di sicuro!
    un abbraccio
    Marina

    RispondiElimina
  10. son senza parole...dire che è una vergogna è dire poco...come le altre anche io ti consiglio di farti valere con tanto di avvocato.... queste cose già son vergognose quando succedono con altre (poco creative) piccole artigiane, una multinazionale poi...non fargliela passare liscia!!!

    condivido immediatamente

    RispondiElimina
  11. scrivi un mail con minaccia di denuncia se non ritirano il prodotto, o trovate un accordo economico.

    RispondiElimina
  12. Accidenti sono proprio identici! o_O
    Nn ho parole! :/

    RispondiElimina
  13. Allucinante... Non ho veramente parole...

    Cioè, già è grave se una cosa del genere la fa un privato... ma una multinazionale ?!??!?! Ma stiamo scherzando ????

    Massacrali, se appena puoi e ci riesci...

    RispondiElimina
  14. Your English is excellent. I'll tweet about this for you. Good luck, keep trying for justice and I really hope this gets settled!

    RispondiElimina
  15. Mi dispiace...è proprio schifoso quello che hanno fatto !!
    Se posso permettermi un consiglio non contattare la Asos, contatta un avvocato e/o un disegnatore cm te che può darti un consiglio.
    Scusa se mi faccio gli affari tuoi, ma ho un po' esperienza di come, a partire dalle semplici assicurazioni auto, le grandi aziende quando sbagliano sentono solo la musica suonata dal giusto musicista: l'avvocato!!
    Un disegnatore con un po' d'esperienza ti potrà dire se ha avuto esperienze simili o conosce qualcuno che ti può aiutare.
    Puoi rivolgerti ad un'associazione consumatori per un consulto, anche se parliamo più di protezione del diritto d'autore che di lesione dei diritti di un consumatore .
    Mi premeva solo dirti che, per esperienze mie e di altri ti so dire che un'azienda cm la Asos non ti risponderà, anzi, probabilmente ha sentito i propri avvocati prima di fare il tutto...
    Tu puoi chiedere agli altri artisti nella tua stessa situazione di fare una causa comune, o se hanno già fatto qualcosa di dirti cosa hanno fatto e come è andata, dipende da cosa vuoi!
    In bocca al lupo, spero tu abbia giustizia :-) !!

    RispondiElimina
  16. Paola ho saputo solo ora quello che è successo !!
    E' una VERGOGNA! hai tutta la mia solidarietà, e ho provveduto a condividere l'accaduto sulla mia pagina fb e sull'account twitter di A Little Market!
    Mafalda

    RispondiElimina
  17. this is horrible! i will be linking this article to my blog with your permission

    RispondiElimina
  18. Ho condiviso! Brava facciamoci sentire! :D

    RispondiElimina
  19. Oddeo che stronzi (posso dirlo?). Io condivido subito.

    RispondiElimina
  20. I agree that this is shameful. However, it happens all the time. I suppose the only way to protect your unique designs is to register them as intellectual property or get a patent. And who can afford to do that--pay a lawyer and invest all that time? As an alternative, I think it's wise to insert some language everywhere you offer your items for sale that the product shown is the exclusive design and property of the seller and its reproduction in any way, shape or form is strictly prohibited. I don't know if legally that holds water, but at least you've put out your warning and "may" have some standing if you want to challenge them when you are robbed.

    RispondiElimina
  21. Ho appoggiato con piacere la tua "causa", temo che qualche testa cadrà in Asos. ;)
    In bocca al lupo
    Francesca

    RispondiElimina
  22. Che amarezza...questa è una di quelle cose che uccidono la creatività!
    Spero tanto che tu riesca a fare giustizia!

    RispondiElimina
  23. Copiato sì, ma non hanno eguagliato la bellezza! Giusta lotta, brava!

    RispondiElimina
  24. Non ci credo...asos hai qualcosa da dire???

    RispondiElimina